Opere d'arte in terapixel in una classe a sé stante

„ Non creo molte opere d'arte digitale di alto livello. In effetti, in oltre 50 anni ne ho create solo due: un'opera da 143 gigapixel (UNLIMITED, 2022) e una da 1,3 terapixel (MAGIC CARPET, 2023).
Entrambe sono accomunate non solo dall'assoluta precisione di esecuzione al pixel e dal formato gigantesco dell'immagine. Anche l'enorme motivo dell'immagine, senza soluzione di continuità e infinito in tutte le direzioni, è unico al mondo. Anche la disposizione delle decine di migliaia di singoli motivi in un gigantesco ornamento circolare non ha precedenti. Attualmente non esiste nulla di paragonabile. Solo per questo motivo, non dovreste perdervi la documentazione attuale. “

I vostri
Norbert Czekalla

Portrait

>

***
MAGIC CARPET (2023)

Con 1,4 trilioni di pixel (1.331 gigapixel = 1,3 terapixel), MAGIC CARPET è attualmente l'unica opera d'arte in terapixel al mondo.

MAGIC CARPET, l'unica vera opera d'arte in terapixel al mondo, è stata completata il 26 ottobre 2023. Ma il progetto non è finito. MAGIC CARPET sarà continuamente sviluppato in futuro. L'area dell'immagine verrà costantemente arricchita con ulteriori interessanti motivi individuali (informazioni dettagliate). E questo fino a quando il mio computer non smetterà di funzionare o il disco rigido e MAGIC CARPET non abbandoneranno il fantasma.

Oltre al suo formato (l'opera d'arte digitale più grande del mondo), MAGIC CARPET ha tutta una serie di caratteristiche che non si possono vedere da nessun'altra parte - e certamente non in formati immagine medi o addirittura più grandi.

MAGIC CARPET è la prima vera opera d'arte in terapixel al mondo.

MAGIC CARPET non ha nulla in comune con la digitalizzazione di opere d'arte già note. Né ha nulla in comune con l'attuale pratica di mettere insieme decine di migliaia di singole immagini per creare un'immagine in gigapixel o terapixel. MAGIC CARPET segue coerentemente l'approccio concettuale tradizionale: Progettazione, composizione e applicazione strato per strato dei singoli soggetti su una superficie d'immagine incredibilmente grande.

MAGIC CARPET - 1.331 Gigapixel - 1,3 Terapixel
Figura: confronto delle dimensioni tra MAGIC CARPET e l'edificio del Reichstag a Berlino alla
1.331 gigapixel - 1,3 terapixel
risoluzione di 300 dpi 128,00 metri x 80,00 metri = 10.240 metri quadrati di area dell'immagine

MAGIC CARPET è il più grande motivo illustrato infinito al mondo su tutti i lati (orizzontale, verticale, diagonale).

MAGIC CARPET - 3 x 3 Bildflächen
Figura: 9 aree di immagine totali, qui: 3 x orizzontale, 3 x verticale
(corrisponde a un'area di 384 metri x 240 metri)

L'intero motivo MAGIC CARPET può essere esteso senza soluzione di continuità in tutte le direzioni (orizzontale, verticale e diagonale).

Questa caratteristica lo rende il più grande motivo di questo tipo mai creato. Le superfici screziate tra gli archi e lungo gli archi stessi sono composte da circa 150.000 motivi individuali di diverse aree tematiche con caratteristiche cromatiche proprie (vedi aree tematiche sotto).

MAGIC CARPET è il più grande ornamento singolo mai creato al mondo.

Gli archi circolari sono disposti sulla superficie di MAGIC CARPET in modo tale da unirsi per formare il più grande ornamento singolo senza soluzione di continuità al mondo, con una dimensione di oltre un ettaro, e perfetto al pixel.

Tra i singoli gruppi di motivi, MAGIC CARPET forma il più grande cerchio completo mai rappresentato in un'opera d'arte (circa 936 metri di diametro, quasi 3 chilometri di circonferenza). Per viverlo nella sua interezza, bisognerebbe disporre 9 copie (una accanto all'altra) per 12 copie (una sopra l'altra) = 108 copie di MAGIC CARPET. Tuttavia, ciò richiederebbe 1,1 chilometri quadrati di spazio libero.

MAGIC CARPET - 9 copie (una accanto all'altra) per 12 copie 

(una accanto all'altra)
Figura: Gli archi formano un cerchio perfetto con un diametro di 936 metri e una circonferenza di quasi 3 chilometri.
(per chiarimenti, vedere la linea tratteggiata morbida)

Il motivo dell'immagine di MAGIC CARPET può essere esteso all'infinito.

Questa caratteristica unica di MAGIC CARPET è il risultato della progettazione dei gruppi di motivi, della disposizione degli archi circolari e del trattamento di ogni singolo motivo, nonché dell'assoluta precisione nell'applicazione di ogni singolo dettaglio. In questo modo, MAGIC CARPET può essere utilizzato per creare opere d'arte in terapixel e persino in petapixel con la massima risoluzione e di dimensioni quasi illimitate.

MAGIC CARPET funziona solo grazie all'assoluta precisione dei pixel.

Come tutti i formati monster, MAGIC CARPET è composto da un gran numero di segmenti di immagine. Ogni pixel viene applicato singolarmente alla superficie pittorica in modo che si uniscano senza soluzione di continuità in tutte le direzioni e possano formare un motivo grafico infinito senza soluzione di continuità. Per me, "senza soluzione di continuità"" significa sempre pixel-perfect. E "pixel-perfect" significa: assolutamente nessuna irregolarità.

Se si mettono insieme 4 copie di MAGIC CARPET (2 una accanto all'altra, 2 una sopra l'altra), tutte e 4 si incontrano in un punto (si veda il centro della figura A; il quadrato giallo chiaro corrisponde a 4 metri quadrati di area dell'immagine). La figura B mostra i 4 metri quadrati di quest'area di contatto. La figura C mostra lo stesso punto, ma molto ingrandito.

Non si nota assolutamente alcuna irregolarità, nemmeno nelle linee sottilissime. E questo nonostante i 4 angoli dell'immagine siano distanti 80,00 metri (in verticale), 128,00 metri (in orizzontale) e 150,94 metri (in diagonale). Ecco cosa intendo per precisione assoluta al pixel!

MAGIC CARPET - 4 angoli opposti dell'immagine
Figura: 4 angoli opposti del quadro uniti insieme

Queste caratteristiche non si trovano in nessun'altra opera d'arte, sia essa analogica o digitale. E certamente non in queste dimensioni.

Contenuti

Estratti originali gratuiti da MAGIC CARPET
Vuoi essere nel quadro?
Importante per i collezionisti d'arte!
Dati tecnici fondamentali
Video clip sul tema dei motivi infiniti del quadro
Classificazione delle dimensioni del quadro
Il titolo dell'opera d'arte non è casuale
Il contenuto del quadro
La struttura di MAGIC CARPET
Primer e sfondo
Il centro della scena
Il primo piano
Sviluppo del formato dell'immagine
La tradizione digitale
Arte e capolavoro
Arte digitale senza intelligenza artificiale
Cosa accadrà in seguito sul piano dell'immagine?
Sviluppo (in ordine cronologico decrescente)
Opere d'arte in gigapixel e opere d'arte in terapixel come opportunità
UNLIMITED - 143 Gigapixel di perfezione

Estratti originali gratuiti da MAGIC CARPET

Qui è possibile scaricare gratuitamente l'uno o l'altro dettaglio dell'immagine della prima vera opera d'arte in terapixel al mondo in risoluzione e dimensioni originali.

Le dimensioni esterne, compreso il bordo nero, a una risoluzione di 300 dpi, sono 50,0 cm x 50,0 cm (= 5.908 pixel x 5.908 pixel). Ogni sezione dell'immagine è firmata digitalmente in basso a destra.

1. fare clic una volta sulla sezione desiderata; viene visualizzato il motivo originale desiderato.
2. fare clic con il tasto destro del mouse sul motivo originale dell'immagine.
3. Selezionare "Salva grafica con nome...".
4. salvare l'immagine in una cartella qualsiasi del PC.
5. Poi tornare indietro di una pagina.

Si prega di notare che di tanto in tanto posso sostituire le seguenti immagini originali con altre.

Part: 0-50

Part: 11-1

Part: 24-29

Part: 26-8

Part: 26-98

Part: 29-9

Part: 33-104

Part: 36-103

Part: 46-36

Part: 47-43

Part: 49-95

Part: 62-0

Classificazione delle dimensioni dell'immagine

MAGIC CARPET (2023) è la seconda opera d'arte digitale di questo tipo dopo UNLIMITED (2022), probabilmente il primo capolavoro di pittura digitale. Ma MAGIC CARPET è ancora più complesso, sofisticato e affascinante del suo predecessore UNLIMITED! Con 1,43 trilioni di pixel (= 1,3 terapixel = 1.331 gigapixel) e 3,9 terabyte di dati immagine, non è solo uno dei giganti dell'arte digitale contemporanea. In effetti, è probabilmente l'opera d'arte digitale più grande al mondo.

L'incredibile potenza di quest'opera d'arte diventa chiara solo se si osservano le sue dimensioni da un'altra angolazione.
Se si disponessero i singoli metri quadrati uno accanto all'altro, questa banda larga 1 metro sarebbe lunga oltre 10 chilometri. Oppure: con una risoluzione di 300 dpi, la dimensione di un pixel corrisponde all'incirca alla sezione di un normale capello umano (circa 0,08 millimetri di diametro). Se si allineano i 1,4 trilioni di pixel uno dopo l'altro, il risultato è una linea colorata che corre quasi esattamente tre volte intorno all'equatore terrestre.

Il titolo dell'opera d'arte non è casuale

MAGIC CARPET - dove si nasconde la sua magia? Non può essere il formato gigante. È impressionante, ma non è veramente magico. La magia ha a che fare con proprietà ed effetti nascosti. Per avvicinarsi alla magia di MAGIC CARPET, è necessario accedervi.

Da lontano, l'occhio dello spettatore percepisce superfici e linee screziate. Si potrebbe pensare che si tratti di un tappeto gigante. Quando ci si avvicina a questa struttura, ci si rende conto che non si tratta del mucchio di un tappeto, ma di migliaia di immagini individuali.

Se si entra nel MAGIC CARPET in un punto qualsiasi e si segue una delle numerose linee, si noterà che questa descrive un dolce arco di cerchio fino al bordo dell'immagine. Se poi si prosegue sul lato opposto, ci si rende conto che il percorso probabilmente non finirà mai. Si sta percorrendo un sentiero circolare. Dopo poco meno di 3 chilometri, si torna al punto di partenza.

Il sentiero circolare è ricoperto da strutture a forma di cubo. Sulla loro superficie sono raffigurate immagini di luoghi delle Dolomiti, una regione montuosa dell'Italia settentrionale molto apprezzata non solo dagli escursionisti. A sinistra e a destra del sentiero si incontrano diversi temi. Alcuni fanno parte della storia mondiale, altri appartengono al mondo dello spettacolo, dell'arte e della cultura del XX secolo.

Se si osservano con attenzione i singoli motivi sullo sfondo, al centro e in primo piano lungo i quattro bordi dell'immagine, si noterà che molti di essi sono tagliati. Se ci si sposta sul lato opposto dell'immagine, ci si accorge che la parte mancante è lì. Questo vale anche per i singoli motivi ai quattro angoli dell'immagine.

Ma cosa significa? Beh, è possibile tagliare il tappeto in verticale in qualsiasi punto (digitalmente), scambiare le due parti e poi ricomporle. Tutto si incastra. Nel motivo dell'immagine non sarà riconoscibile alcuna irregolarità. Non ci sono cuciture. Questo processo può essere ripetuto tutte le volte che si vuole.

Questo procedimento funziona anche con un taglio orizzontale. Non ci saranno cuciture visibili, né nel motivo complessivo né nei sotto-motivi. Questo vale anche per l'interazione degli archi a formare un cerchio completo. Funziona sempre. Il motivo complessivo resiste anche ai tagli diagonali.

Se MAGIC CARPET fosse applicato a una colonna pubblicitaria alta 80 metri e con un diametro di circa 40,74 metri, il motivo non avrebbe inizio né fine in orizzontale. Ci si potrebbe muovere intorno alla colonna senza notare un'interruzione del motivo. Lo stesso vale per un tubo lungo 128 metri e con un diametro di circa 25,46 metri, ma in una gigantesca ruota per criceti.

Il contenuto dell'immagine

MAGIC CARPET ha un carattere piuttosto autobiografico. Quest'opera d'arte digitale ha lo scopo di evitare che i ricordi personali, gli eventi e le persone importanti per me vengano dimenticati. I singoli gruppi di motivi sono i segnaposto per questo scopo.

Nel corso della nostra vita, esperienze personali, vissuti, eventi mondiali, sogni realizzati, storie, informazioni vere e false si combinano per formare i ricordi. Il risultato è una rete confusa di qualcosa che difficilmente può essere descritta. Ma se ci capita di imbatterci in immagini quasi dimenticate, queste possono scatenare un'enorme valanga di ricordi.

MAGIC CARPET sfrutta questo meccanismo. L'enorme superficie del quadro offre molto spazio per numerosi motivi individuali all'interno dei singoli temi. E se lo spazio non è sufficiente, può essere ampliato quasi a piacere grazie al motivo dell'immagine collegabile senza soluzione di continuità su tutti i lati.

La struttura di MAGIC CARPET

A differenza delle solite immagini gigapixel, MAGIC CARPET non è semplicemente una serie di diverse migliaia di singole immagini le cui connessioni laterali devono essere smussate con un algoritmo. Tutti i singoli motivi di MAGIC CARPET sono applicati pixel per pixel come se fossero un'unica enorme superficie pittorica. Solo così è possibile ottenere un sofisticato motivo complessivo, composto da diversi strati di immagini indipendenti.

Questo metodo di pittura digitale, unito al motivo infinito su tutti i lati, presenta 2 vantaggi significativi:
1. la superficie pittorica può essere moltiplicata a piacere, ad esempio opere d'arte multi-terapixel. Sono possibili anche opere in petapixel.
2. è possibile applicare più volte ulteriori strati con migliaia e migliaia di singoli motivi. E con il massimo livello di dettaglio.

Fondo e sfondo

Wikipedia: "Nella pittura medievale, il fondo era a più strati e più spesso dello strato pittorico"
MAGIC CARPET riprende questa tradizione. Logicamente, però, questo non rende l'immagine digitale più spessa.

1° strato: per risparmiare tempo nella creazione di uno sfondo senza cuciture, ho sviluppato un motivo perfetto per l'immagine senza cuciture. Ha una dimensione di 23.624 x 23.624 pixel (2,00 m x 2,00 m a 300 dpi). Mostra diverse migliaia di sfere colorate in qualità fotografica. Insieme ai livelli 2 e 3, forma lo sfondo dell'immagine.

2° strato: Il 2° strato forma un ornamento circolare colorato. Il suo centro è fuori dal centro. In questo modo, la sua perfetta simmetria non è immediatamente riconoscibile.

3° strato: Lo stesso vale per il 3° strato della base. Il diametro dell'ornamento lucido è identico a quello del 2° strato. Tuttavia, il suo centro si trova in un punto diverso del file di disegno.

MAGIC CARPET - 3 mani di primer
(Schicht = strato)


Poiché il motivo dell'immagine parziale così ottenuto può essere unito senza soluzione di continuità su tutti i lati, il fondo può essere prodotto in tempi relativamente brevi sovrapponendo più volte queste immagini parziali. Con MAGIC CARPET, ciò significa 64 x 40 = 2.560 di queste immagini parziali.

MAGIC CARPET - Primer, 2 x 2
Figura: 2 x 2 = 4 di 2.560 motivi parziali collegabili senza soluzione di continuità su tutti i lati.
(4,00 metri di altezza, 4,00 metri di larghezza)

Il centro del terreno dell'immagine

Gruppi di motivi e numero di motivi singoli al centro del terreno

Gruppi di motivi

Preparazione dei singoli motivi
Se si osservano da vicino le migliaia di motivi individuali, si noterà che non sono stati semplicemente copiati 1 a 1, ma sono stati prima elaborati. Prima di essere applicati, i formati sono stati adattati, i colori adattati e la maggior parte dei motivi individuali sono stati dotati di un bordo e di una struttura.

Tutti i motivi in primo piano sono stati poi rimodellati in prospettiva parallela e leggermente distorti in orizzontale e verticale. In questo modo si crea un'impressione generale vivace ad un'osservazione più attenta.

MAGIC CARPET - Motivo singolo da BEN HUR)
Figura: 1 dei 14.634 motivi individuali elaborati del film monumentale BEN HUR

Il primo piano dell'opera d'arte

Per preservare in gran parte gli elaborati strati e le superfici pittoriche dello sfondo e del fondo, una fitta rete di linee curve si estende sull'intera superficie del quadro come primo piano. Seguendo queste linee, il risultato è un cerchio completo di quasi 3 chilometri di circonferenza e, allo stesso tempo, un ornamento perfetto senza soluzione di continuità su tutti i lati. Con 128 x 80 metri, è il più grande ornamento singolo mai realizzato. Fin qui tutto bene.

Poiché la linea è larga circa 80 centimetri, una linea monocromatica coprirebbe circa 2.300 metri quadrati di superficie dell'immagine senza alcun contenuto. Ma questo non sarebbe abbastanza impegnativo da produrre e di conseguenza non sarebbe abbastanza eccitante.

Per soddisfare entrambi i requisiti, alcune migliaia di singole immagini sono state elaborate in cubi a prospettiva parallela. Si tratta di un gruppo autonomo di motivi con ricordi propri della Val Gardena (Alto Adige) e dei suoi dintorni.

MAGIC CARPET - oggetti colorati a forma di cubo
Figura: oggetti colorati a forma di cubo in primo piano nell'immagine.

Neanche la progettazione dei singoli cubi è stata facile per me. Alcuni appaiono chiusi; in altri, una o più superfici del cubo sono state omesse. Le superfici della maggior parte dei cubi appaiono addirittura diversamente trasparenti. I cubi hanno una lunghezza dei bordi di circa 50 centimetri. Quasi 13.000 di essi si uniscono per formare questo gigantesco e affascinante ornamento.

Sviluppo del formato immagine

Quale formato di immagine gigapixel scegliere quando non ci sono (quasi) più restrizioni di dimensione? Per UNLIMITED, la prima vera opera d'arte in gigapixel, i 1.024 metri quadrati di area dell'immagine con una risoluzione di 300 dpi erano giusti. Era il primo del suo genere.

Per MAGIC CARPET non è stato così semplice. Il formato doveva avere un riferimento riconoscibile a UNLIMITED e accennare al proprio DNA digitale. Inoltre, la teoria tradizionale dell'armonia doveva essere onorata sotto forma di rapporto aureo.

Questi dati fondamentali hanno portato a un'area dell'immagine di 128,00 x 80,00 metri: esattamente dieci volte la dimensione di UNLIMITED. 2 alla potenza di 7 metri di larghezza e 5 per 2 alla potenza di 4 metri di altezza. Con così tanto 2-HOCH, è facile riconoscere il digitale. E il rapporto d'aspetto di 1,6 a 1 è quasi uguale a quello del rapporto aureo (1,618 a 1).

Tradizione digitale

Il principio di base dell'età della pietra digitale (in Germania)

I miei primi tentativi di digitalizzazione, a metà degli anni '70, utilizzavano ancora le schede perforate. Termini come interfaccia grafica o programmazione orientata agli oggetti non esistevano ancora. Ma il principio di base dell'elaborazione dei dati, ormai quasi dimenticato, era onnipresente: E-V-A. E sta per input, V per elaborazione e A per output. In MAGIC CARPET ho applicato con coerenza questo principio nostalgico. In questo caso, per output non si intende la visualizzazione su schermo o su carta, ma l'invio a un supporto dati.

La rielaborazione in più fasi dei circa 150.000 motivi individuali è stata eseguita secondo questo principio elementare, così come l'allineamento verticale e orizzontale delle 2.560 immagini di sfondo individuali identiche e, naturalmente, il trasferimento dei singoli motivi sulla superficie dell'immagine.

MAGIC CARPET - EVA
Illustrazione: a sinistra: i supporti dati con i 150.000 motivi individuali (E) / al centro: il cavallo di battaglia - un computer robusto e semplice (V) / a destra: il supporto dati originale con MAGIC CARPET (A)

Arti e mestieri digitali onesti

I pixel dell'arte digitale sono paragonabili ai pigmenti di colore della pittura. Ma i pixel sono molto più facili da maneggiare. Non hanno massa. Sono sempre quadrati e tutti della stessa dimensione. E si comportano tutti allo stesso modo. E poi c'è una proprietà che apprezzo molto: è possibile applicare ogni singolo pixel in un punto molto specifico della superficie dell'immagine e persino mescolarlo con un pixel già presente.

Queste proprietà dei pixel rendono il lavoro di un perfezionista semplice e complicato allo stesso tempo. Semplice perché la posizione e il colore di ogni pixel possono essere controllati praticamente al cento per cento. E complicato perché qualsiasi deviazione, per quanto minima, va contro la loro stessa pretesa di perfezione assoluta.

Ma la meticolosità autoimposta è anche gratificante. Sebbene richieda una precisione assoluta da parte degli strumenti pittorici, apre possibilità completamente nuove. Opere d'arte gigantesche come MAGIC CARPET e UNLIMITED, con le loro complesse disposizioni di motivi nei singoli piani del quadro, non sarebbero assolutamente possibili senza questa precisione. Non sarebbe possibile realizzare né un motivo assolutamente continuo su tutti i lati né un motivo di dimensioni teoriche. Ecco perché un'esecuzione impeccabile fin nei minimi dettagli è un mezzo indispensabile per penetrare in un terreno artistico finora inesplorato.

Per essere sicuro di non perdere nemmeno un punto di colore, ho sviluppato personalmente tutti i frammenti di programma necessari.

Arte e capolavoro

Tutta una serie di filosofi si sono scervellati sull'argomento. In sostanza, sono giunti a questa conclusione: "L'arte è una produzione umana a scopo di edificazione."

La prima parte dell'affermazione si riferisce chiaramente al creatore dell'arte. Tuttavia, rimane aperta la questione di chi debba contribuire all'edificazione dell'opera. Deve trattarsi di persone per le quali l'opera d'arte è in qualche modo rilevante a causa dei loro interessi: l'artista stesso, le gallerie, i collezionisti, gli speculatori, i musei, ecc.

E a che punto la produzione umana diventa arte? Chiaramente nel punto in cui lo fa l'artefice. Naturalmente, è improbabile che ciò che viene prodotto sia sempre un'opera d'arte significativa. Mi spingerei addirittura a dire che oltre il 99% delle opere d'arte attualmente in circolazione sono rifiuti di studio.

Non sono in grado di giudicare quante opere d'arte del restante 1% siano in grado di superare il parametro di Heidegger per l'essenza dell'opera d'arte. Né so quali siano i capolavori dell'arte.
Per le mie creazioni digitali ho fissato un limite molto alto: "Una nuova opera d'arte deve arricchire l'arte mondiale con qualcosa di nuovo." Può anche essere un capolavoro. Se ho anche il minimo dubbio sull'idoneità dell'idea dell'immagine, la scarto ancora prima del primo pixel.

Dati tecnici fondamentali

Dati tecnici fondamentali

Filmati sullo sviluppo del tema: approfondimenti su motivi d'immagine collegabili senza soluzione di continuità su tutti i fronti

143 gigapixel

illustrano l'insignificanza dei confini del formato e del soggetto nella creazione di opere d'arte digitali innovative.

Il motivo infinito

illustra la facilità e la precisione con cui i miei strumenti possono creare motivi infiniti senza soluzione di continuità.


Arte digitale senza intelligenza artificiale

Lontano dal mainstream, è possibile esplorare il potenziale che i computer offrono per l'ulteriore sviluppo dell'arte e delle proprie opere. Non si tratta di frattali o di altre visualizzazioni basate su equazioni. Né si tratta di immagini create con l'aiuto di comuni programmi di pittura e grafica. No, stiamo parlando di opere d'arte che possono essere create al di là di qualsiasi corsia restrittiva. Gli unici limiti ancora esistenti sono lo spazio di archiviazione, il tempo e, purtroppo, la propria capacità di pensare.

Il mio obiettivo è creare opere d'arte che vadano oltre l'orizzonte abituale del pensiero - in termini di design e di contenuto. Questo rende la mia arte stimolante. Ma non solo. A differenza della maggior parte delle immagini digitali, le mie opere hanno un significato più profondo. Ricche di informazioni generalmente comprensibili, contesti complessi, innovazioni creative e richieste intellettuali all'amante e all'appassionato d'arte, queste opere d'arte possono essere estenuanti, ma sono anche divertenti e a volte persino commoventi. Mi piace paragonarle alle opere letterarie di Tolstoj, Dostoevskij o Miguel de Cervantes Saavedra: a prima vista sembrano pesanti, ma poi sono sottili e magistralmente intrecciate in numerosi riferimenti incrociati.

Finora esistono due opere d'arte digitale che combinano tutte queste caratteristiche: UNLIMITED del 2022, probabilmente il primo capolavoro di pittura digitale, e MAGIC CARPET della fine del 2023. Entrambi i capolavori sono stati creati interamente senza intelligenza artificiale o software di grafica. Per creare opere d'arte digitali così uniche, sono necessarie solo quattro cose: un'intelligenza umana mediocre, un semplice computer, qualche decina di programmi sviluppati in proprio e decenni di maturità artistica.

Le grandi immagini sono sempre esistite e oggi sono più numerose che mai. L'ingrandimento di soggetti pittorici noti è una pratica comune nelle arti visive. Anche la disposizione digitale di migliaia di singoli motivi su enormi superfici è molto popolare al giorno d'oggi. Per me non è abbastanza. Questo tipo di immagine non apre un nuovo territorio artistico.

Vedo il formato monster come un'opportunità e una sfida per sviluppare e realizzare ciò che prima era impensabile. Il mio compagno più fedele è il computer. Ha esattamente le qualità di cui ho bisogno per la mia arte: è stupido, lavora molto più velocemente di quanto potrei fare io e svolge il lavoro con assoluta precisione. E fa esattamente quello che voglio io, almeno la maggior parte delle volte.

Insieme a diverse decine di programmi sviluppati in proprio, dispone qualsiasi motivo parziale esattamente secondo le mie idee su una superficie pittorica di qualsiasi dimensione. Prepara volentieri centinaia di migliaia di motivi singoli in diverse fasi di lavoro e me li presenta per un controllo. Può anche accadere che io lasci a lui la disposizione casuale dei singoli motivi, naturalmente entro limiti ben definiti.

Importante per i collezionisti d'arte!

Se acquistate MAGIC CARPET, non riceverete solo quest'opera d'arte unica, ma anche tutti i suoi predecessori (221 originali digitali dal 2012 più UNLIMITED). E attenzione! Anche tutti i suoi successori! Perché MAGIC CARPET non è la fine delle possibilità digitali e di contenuto. Forse quest'opera d'arte unica crescerà fino a diventare un'opera da 5,2 terapixel o anche oltre.

In ogni caso, sull'enorme superficie del quadro appaiono sempre nuovi gruppi di motivi in forme diverse. Come appassionati d'arte, con MAGIC CARPET non acquistate solo una singola opera d'arte, ma il suo sviluppo completo dal primo pixel nel 2012 all'ultimo pixel in un momento futuro. Nel 1935, Martin Heidegger formulò l'essenza di un'opera d'arte come segue: "L'opera d'arte erige un mondo dentro di sé". Ed è proprio questo che fa MAGIC CARPET: costruire un mondo.

Se avete domande, contattatemi direttamente: an@nczekalla.de

Qui potete trovare i 221 precursori digitali dal 2012.
(Attendere un po' di tempo per il caricamento della pagina.)

Che cosa viene dopo sulla scena?

Già da adolescente, ben 50 anni fa, ero colpito e affascinato dalle opere di Georges Seurat. Questo entusiasmo per il puntinismo e il neo-impressionismo continua ancora oggi. Questo mi ha portato a ricostruire numerose opere d'arte famose a partire da macchie di colore. Le prime 250 opere create in questo modo mostrano lavori di Böcklin, Braque, Canaletto, Caravaggio, Courbet, Dalì, Da Vinci, Feininger, Friedrich, Hausner, Magritte, Picasso, Renoir, Seurat, Turner e Vermeer. Una volta raccolti e preparati circa 2.000 motivi individuali, questi verranno applicati alla superficie del quadro nella prima metà del 2025.

MAGIC CARPET - Particolare del Canaletto macchiato
Figura: Particolare di un dipinto di Canaletto ricostruito con schizzi di colore

I singoli motivi hanno sempre una dimensione di circa un metro quadrato e sono circondati da un bordo largo poco meno di 4 cm. Il bordo cita i colori del motivo in una forma oscurata. Per una singola immagine sono necessari circa 3,5 milioni di punti di colore. Il motivo finito, compreso il bordo, viene poi strutturato otticamente. Per garantire che le singole immagini si inseriscano armoniosamente nella logica e nella composizione di MAGIC CARPET, vengono riorganizzate in prospettiva parallela prima di essere applicate alla superficie del quadro.

MAGIC CARPET - Canaletto macchiato
Figura: Esempio: sezione di 4 metri quadrati dell'angolo in basso a sinistra dell'immagine MAGIC CARPET con confronto di dimensioni
(Questi 4 metri quadrati corrispondono ad appena lo 0,04% dell'area totale del quadro!)
Centro: Canaletto completamente ricostruito a partire da 3,5 milioni di macchie di colore, ridisegnato in prospettiva parallela e applicato alla superficie del quadro con una leggera trasparenza.

Altri motivi sono vecchie foto pubblicitarie, immagini di persone, paesaggi, edifici, ecc. A prima vista, la selezione è arbitraria. Ma c'è un ricordo personale per ognuno dei numerosi motivi individuali.

Sviluppo (in ordine cronologico decrescente)

Sviluppo

Opere d'arte in gigapixel e terapixel come opportunità

Ha senso produrre opere d'arte così grandi? MAGIC CARPET misura 128,00 metri per 80,00 metri con i suoi 1,3 terapixel a una risoluzione di 300 dpi. Questa gigantesca opera d'arte digitale copre più di un ettaro di superficie di immagine! Il motivo complessivo può essere catturato da una grande distanza. Tuttavia, un elevato livello di dettaglio in alta risoluzione non ha alcun senso. Infatti, per poter vedere i dettagli precisi, bisogna essere in grado di avvicinarsi a circa un metro dalla superficie dell'immagine.

Ma come si fa a trattare una superficie d'immagine così dettagliata in modo sensato e significativo? Affinché gli appassionati d'arte possano avere un'impressione complessiva della composizione e delle sue complesse interrelazioni, sono sufficienti 4 riproduzioni, ciascuna larga 2,40 metri e alta 1,50 metri, che possono essere disposte senza soluzione di continuità l'una accanto e/o sopra l'altra.

Esistono due metodi per catturare tutti i dettagli. Uno è quello digitale, come una passeggiata virtuale sullo schermo. superficie dell'immagine. L'altro, qualitativamente superiore, è quello analogico. In questo caso, l'intera superficie dell'immagine viene riprodotta e disposta su carta fotografica. Il pubblico può quindi camminare sulla superficie dell'immagine. Ritengo che questa variante sia la più riuscita. Tuttavia, i costi per la sola riproduzione sono compresi tra 0,5 milioni e ben 1 milione di euro, a seconda della qualità della carta fotografica utilizzata.

MAGIC CARPET non è stato sviluppato per presentarsi come una sensazione digitale. MAGIC CARPET è semplicemente lo stato attuale di decenni di sviluppo del design digitale. Una struttura come MAGIC CARPET non è mai stata pianificata: è emersa inevitabilmente da tutta una serie di osservazioni, ipotesi e scoperte (vedi anche ipotesi e scoperte (si vedano anche i videoclip qui sopra). E con un'intelligenza artificiale del tutto naturale: l'intelligenza artistica. Intelligenza artistica.

Il vostro ritratto su MAGIC CARPET!

Inviatemi semplicemente un vostro ritratto digitale al mio indirizzo e-mail: an@nczekalla.de. Il file immagine deve avere una dimensione minima di 2.000 x 2.000 pixel (circa 4 milioni di pixel). Non inviate foto di bambini o smorfie. Queste saranno eliminate.

Cosa devo fare con la vostra foto?
Prima che un programma trasferisca il vostro ritratto sullo schermo, aggiusterò innanzitutto la sezione (quadrato), le dimensioni e il colore. Poi un programma ricostruisce il ritratto da 3 milioni di punti di colore e aggiunge un bordo di circa 4 cm di larghezza (circa 500.000 punti di colore). Ora il ritratto misura 100 cm x 100 cm (11.812 x 11.812 pixel, 300 dpi).

MAGIC CARPET - Ritratto come esempio
Figura: Ritratto creato da 3,5 milioni di punti di colore con bordo e firma in basso a destra
(11.812 pixel x 11.812 pixel, 100,00 cm x 100,00 cm, risoluzione 300 dpi)

Un altro programma esegue poi una riprogettazione prospettica parallela. Il risultato viene poi applicato in un punto della superficie dell'immagine.

MAGIC CARPET - parallel-perspektivisch umgestaltetes Portrait
Figura: ritratto rimodellato in prospettiva parallela

Al costo di 10 EUR per le spese di spedizione e la scheda SD, vi invierò per posta il vostro ritratto di 100 cm x 100 cm. L'immagine ha una firma digitale in basso a destra.

MAGIC CARPET - Ritratto firmato
Figura: firma digitale in basso a destra nel margine circostante di 4 cm di larghezza

Riceverete il vostro ritratto digitale in 3 copie: come file immagine JPG, TIF e BMP. Se desiderate approfittare di questa offerta, vi prego di annotarlo nella vostra e-mail e di includere il vostro indirizzo postale. Riceverete via e-mail la fattura e le coordinate bancarie. Non appena avrò ricevuto i 10 euro, invierò la scheda SD al vostro indirizzo postale.

E la vostra foto? Verrà cancellata in modo affidabile subito dopo l'elaborazione! Proprio come il vostro indirizzo postale.

UNLIMITED (2022)

Il primo capolavoro della pittura digitale
Perfezione assoluta e magia a 143 gigapixel
ENGLISH      DEUTSCH

UNLIMITED - largest digital artwork in the world - 143 gigapixels